Associazione Nuovamente    via dello Scalo 21/3    40131 Bologna    Tel. 051 6493767   Fax 051 6494167  
contributi

1977

Dopo aver pubblicato 40 interviste fatte dai nostri ragazzi a uomini, donne, giovani e anziani che l’11 marzo scorso hanno partecipato alla commemorazione della morte dello studente Francesco Lorusso, abbiamo ritenuto utile approfondire la riflessione sul movimento del Settantasette.
Per questo proponiamo un percorso di riflessione che offra a chi si sente coinvolto, abbia partecipato o meno al movimento, l’opportunità di esprimere il proprio pensiero su che cosa ha significato, su cosa ha rappresentato e rappresenta nella storia del nostro Paese.

scrivi

leggi

11 marzo
40 interviste

L’11 marzo, in occasione del trentennale della morte dell’omicidio di Francesco Lorusso, dei giovani di Nuovamente hanno realizzato, in via Mascarella, 40 interviste a persone presenti alla commemorazione della sua morte. Le interviste, che pubblichiamo integralmente, sono state fatte a giovani, anziani, donne e uomini.

leggi

trent’anni dopo

1977

Per alcuni trenta anni sono solo un soffio, per altri possono essere lunghi più di un secolo.
Era il 1977, ma quello che si percepiva era che si chiudeva un secolo, il Novecento. Si chiudeva con una critica radicale, trasversale, diffusa a quegli elementi culturali che avevano distinto il XX secolo ed erano divenuti elementi di crisi e di ostacolo alle energie che sorgevano dalla società civile.

leggi

bibliografia
un libro

Ali di piombo

Paolo Morando

dal «Corriere delle Alpi»
9 gennaio 2007 

leggi

 

Speciale 1977
contributi

1977Le domande

1 - La critica delle ideologie e della politica, la ‘riconquista del privato’, l’attenzione all’importanza delle relazioni interpersonali e l’esperienza del femminismo sono stati tra i maggiori temi propulsori del movimento del ’77. Eppure, il loro contraltare è oggi una  depoliticizzazione della società, una crisi della politica, della rappresentanza come della partecipazione. Perché questo processo?

2 - L’autonomia del pensiero politico, la partecipazione attiva tramite azioni dirette e concrete, il binomio pensiero globale/azione locale, l’emancipazione della donna e l’indipendenza della comunicazione dal mercato erano elementi che anticipavano il futuro di fine secolo ed avevano in comune la ricerca di maggiori libertà individuali sociali e culturali. Cosa ne è oggi di concetti così potenti da aver spinto una generazione a scendere in piazza e lottare per essi?

3 - In trent’anni, il sistema politico, le sue caratteristiche e i suoi orientamenti principali sono solo relativamente cambiati. Ciò non vuol dire che tutto sia rimasto come allora, al contrario, un periodo di riflessione collettiva e di incontro come quello vissuto nel 1977 è stato un momento di grande ricchezza culturale e di forte domanda di cambiamento sociale e democratico. Quali  contenuti originali del movimento ’77  hanno influito sulla società fino ad oggi?

4 - Un merito del movimento del ’77 è stata la sua capacità di anticipare e portare al centro dell’attenzione problematiche che negli anni hanno dimostrato la loro centralità per la società intera. Quali sono le questioni principali in relazione alle quali il ’77 si è dimostrato  anticipatore e che ritieni dovrebbero essere oggi al centro dell’agenda politica e all’ attenzione della comunità?

5 - Altro: commenti, ricordi, riflessioni...